Long Covid – Effetti Duraturi del Covid

Long Covid perchè ne parliamo e che cos’è?

Ormai sono usciti moltissimi articoli scientifici su questo ed è passato abbastanza tempo per verificare che tipo di effetti possiamo avere anche una volta guariti dal covid.

Il Long Covid è una sindrome che ha colpito una percentuale di persone affetta da Covid,( in uno stadio post alla malattia) per mesi successivi la dimissione.

Su The Lancet ho trovato un studio di coorte, molto interessante

Ma intanto.. cosa significa uno studio di coorte?

Ve lo spiego semplicemente,:
Praticamente si prendono un numero grande di persone che hanno delle caratteristiche in comune, e si va a vedere a livello temporale come si comportano.
In questo caso: 1700 persone affette da Covid e che sono state dimesse da un ospedale.

Molti di noi potrebbero pensare che tutte le persone affette da Covid siano in terapia intensiva, come ci hanno fatto vedere tutti i giorni in televisione sulle varie trasmissioni con delle volte neanche un sanitario… in realtà solo il 4% viene ricoverato era realmente in unità intensive. Il 70% circa hanno necessità di assistenza per l’ ossigeno, e la restante parte era in una condizione di osservazione per la positività e alterazione delle temperatura corporea o perché avevano altre patologie pregresse a livello polmonare oppure cardiocircolatorio.

In media infatti anche se “solo” il 4-5 % (Che comunque non è poco anzi!) delle persone positive al Covid va in Ospedale in reparti critici, ma non per questo dobbiamo abbassare la guardia!!!!!!

Tornando a questo studio… parliamo dell’età:

  • La maggior parte delle persone di questo studio ha meno di 65 anni
  • pensate che la metà ha tra i 47 ai 65
  • i 3 / 4 hanno meno di 65 anni

Questo perché purtroppo le persone andando avanti con l’età e avendo già altre patologie o semplicemente un sistema immunitario basso, non ce la fanno e decedono in ospedale.

Questo studio è stato effettuato sui dimessi dall’ospedale e successivamente monitorati per 6 mesi durante i quali si raccoglievano dati.

Dai dati è emerso che circa il 76% di queste persone hanno un sintomo debilitante … un dato allarmante senza alcun dubbio!

  • Nel 63 % dei casi parliamo di affaticamento o debolezza muscolare (fatica durante la giornata)
  • Nel 26 % dei casi, difficoltà a dormire probabilmente collegato a difficoltà polmonari
  • nel 23 % problematiche di tipo psicologica (Depressione e Ansia)

ci sono da considerare anche i Danni polmonari per i quali sono stati raccolti diversi dati e fatti diversi studi, purtroppo in questo studio non se ne parla, ma ne ricordo uno in particolare che riportava i seguenti dati. Circa il 20 % con problematiche anche dopo i 6 mesi, ma stiamo aspettando degli studi che confermino o smentiscono questi dati anche se i casi tendono a diminuire a lungo tempo.

In questo studio non c’è ne la perdita di olfatto “Anosmia” che dura anche mesi ne “l’annebbiamento cognitivo” che interessa una percentuale esigua di persone.

Quello che però stiamo notando che numericamente parlando in Italia con i dati che abbiamo è che :
In media quando una persona contagiata ha circa il 4-5% di probabilità di finire in ospedale a causa del Covid.
Di questo 4-5 % circa 1/4 tende a morire di Covid, circa l’1% della popolazione.

Almeno il 50 % delle persone sono ospedalizzate avranno delle problematiche a lungo tempo, come affaticamento, difficoltà a dormire…

Bisogna inoltre considerare la qualità di vita che si abbassa notevolmente sia per chi ha avuto queste problematiche sia per chi ci vive insieme.. Anche dal punto di vista sociale la situazione non tende a migliorare in quanto poi persone devono essere seguite visitate e assistite nella terapia, che sia essa psicologica o farmacologica.

Parlando del vaccino…
Ovviamente il consiglio è quello di Vaccinarvi.. seguirà un video e un articolo dove magari ne parleremo un po più approfonditamente…come è stato fatto e perché siamo stati così veloci a farlo? ecc

Fonte: www.infermieristicamente.it

Lorenzo
Staff CSE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *