La storia di ANNE, il volto del manichini da addestramento RCP

Rescue Anne o CPR Annie, è un modello di manichino di addestramento usato  per insegnare la rianimazione cardiopolmonare (CPR).
Ma qual è la sua storia? Com’è nata? Quando ? e perché?
Ci troviamo a Parigi sulle rive della Senna alla fine del 1880. Una bambina di cui non si conosce l’identità è presumibilmente affogata nel fiume; viene realizzata per lei una maschera mortuaria (come era consuetudine in simili casi). Nei secoli a venire a sua storia così enigmatica farà da spunto per numerosi romanzi romantici. Negli anni Cinquanta i fabbricanti di giocattoli e bambole Asmund S. Laerdal di Stavanger, Ispirati dalla maschera della ragazzina decidono di commissionare alla nota scultrice Emma Mathiassen il volto per il nuovo manichino d’addestramento alla rianimazione, che si sarebbe chiamato Resusci Anne. Così che lo spirito della Ragazza trovata nella Senna sarebbe rimasto per sempre vivo.
Celebra il suo sessantesimo compleanno nel 2020 diventando un simbolo di vita per i milioni di persone in tutto il mondo che hanno imparato le tecniche salvavita della rianimazione cardiopolmonare evitando così morti deprecabili.

Fonte: www.laerdal.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *