Defibrillatori fantasma!

Ehi, Sai quanti defibrillatori ci sono in Italia? e nella tua regione? è nella tua città? e nel tuo quartiere?

[ Vedi il Video sul nostro canale YouTube! ]

Perché a quanto pare, non lo sa nessuno! E secondo alcuni si tratterebbe di un numero che si aggira per diverse decine, se non centinaia di defibrillatori fantasma.

Come sappiamo la sanità è gestita a livello regionale e dal decreto interministeriale del 18 marzo 2011 intitolato proprio “Determinazione dei criteri e modalità di diffusione dei DAE”  articolo 2 comma 46 legge 191/2009 G.U. numero 129 del 6 giugno 2011, ha incaricato l’Ares118 di organizzare un’anagrafe dei defibrillatori automatici presenti nel territorio regionale.

E allora perché dico che nessuno sa con certezza quanti e dove sono questi defibrillatori?

Nell’attività di formazione dei corsi BLSD e PBLSD della cse, spesso ci imbattiamo in alcune associazioni, società o condomini che a fine corso ci mostrano il loro DAE e  la luce che lampeggia… ma poi quando controlliamo se funziona, se le placche non sono scadute e chiediamo loro se è stato registrato alla Regione Lazio, il responsabile oppure il soccorritore che in quel momento ha il defibrillatore, ci dice: “registrato dove?”

Giusto per ricordarlo…quando comprate, vi regalano o vi viene donato un defibrillatore oppure ancora, ve lo ritrovate nella struttura in cui state lavorando assicuratevi che sia stato segnalato alle regioni di appartenenza…

Infatti se andate sul sito della vostra Regione (Regione Lazio) trovato una sezione dedicata alla registrazione dei defibrillatori con un semplice modulo che può essere compilato anche online.
Oltre al modulo di registrazione che lo vedete in basso seguendo il link , un secondo modulo è quello dell’intervento che serve per statistica, e che viene compilato dopo l’intervento di soccorso, in modo da avere un registro di quando vengono utilizzati, in che maniera e in che condizioni si trova il paziente una volta che il DAE arriva sul posto (cioè se sta già massaggiando qualcuno oppure no)
Va anche questo inviato alla Regione proprio per capire l’efficacia di questa diffusione.

Ma a cosa serve avere una mappa dei defibrillatori?
Una mappa serve non solo per capire quanti DAE abbiamo e dove sono in modo che la regione, la provincia, la città oppure anche il quartiere decida di integrale questa rete con altri Defibrillatori così per diffonderli il più possibile e in maniera uniforme, per dar modo a tutte le persone di raggiungere un defibrillatore nel più breve tempo possibile.
Questa mappatura, servirà anche per segnalare queste coordinate sulle applicazioni di soccorso esempio come la nostra per la CSE che si chiama “Salvami”, oppure quella dell’AREU112 in cui già adesso si puoi chiamare per il soccorso ma che in un futuro ci saranno segnalati anche i Defibrillatori più vicini secondo la vostra posizione!

Questo servizio che a voi costa 1 minuto del vostro tempo per compilare un semplice foglio, a qualcuno potrebbe salvare tutta la vita!

Continuate a salvare vite!

by Lorenzo
Staff CSE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *